AS Club Italia2018 2019
(Maschile)
Calcio a 8

Lega Serie A2

Archivio news 10/04/2019

LE COPPE ITALIA SONO VOSTRE

ATLETICO PALOCCO e AD MAIORA si aggiudicano i trofei di serie A2 e serie B della lega calcio a 8

Nella serata di martedì si sono disputate le finali che hanno assegnato le Coppe Italia Lega calcio a 8 dei due gironi organizzati dal Club Italia.

Per la serie A2 si sono affrontate le due protagoniste del campionato ATLETICO PALOCCO e CASTELLO OSTIA ANTICA, con la prima, forte del campionato vinto già da diverse settimane, senza il patema d'animo di dover vincere per forza per poter ambire alla promozione in serie A. Questa serenità si è notata dal primo minuto della gara e unita alla propria forza ha permesso ai biancorossi di portarsi in poco tempo sul 3 a 0 grazie al gol di Sesta e alla doppietta di Pagnanelli. Il gol alla fine del primo tempo di Crestini per il CASTELLO sembrava poter riaprire la partita. Nella ripresa, invece, dopo una punizione di Di Stefano stampatasi sull'incrocio dei pali, è partito il contropiede dell'ATLETICO PALOCCO conclusosi con il gol del 4 a 1 di Pinciarelli. Partita finita? Neanche per sogno! I ragazzi del CASTELLO DI OSTIA ANTICA si sono riversati nella metà campo avversaria trovando due gol grazie a Crestini e Di Stefano. Purtroppo i tre minuti rimasti non sono bastati per riacciffure la partita e ATLETICO PALOCCO ha così potuto alzare l'ambita coppa al cielo.

Nella finale valida per l'assegnazione del trofeo di Serie B, parte forte ANNAMOMALE che riesce a chiudere il primo tempo sul 2 a 0 grazie ai gol di Zecchino e Viglioglia. Ad inizio della ripresa una bella punizione di Stefani accorciava le distanze, ma dopo poco un rigore di Piscitelli riportava ANNAMOMALE in vantaggio di due lunghezze sull'avversaria. Altre squadre sarebbero potute crollare, non certo questa AD MAIORA che, prima accorciava le distanze ancora con una punizione di Stefani, poi si affidava completamente al proprio bomber, D'Ambrosio, capace di trovare il pareggio con una bella azione solitaria, costringere il portiere avversario alla deviazione ribattuta in rete da Tortolano per il vantaggio, ed infine chiudere la partita trasformando il rigore del definitivo 5 a 3 valido per il trionfo dell'AD MAIORA.